Cameroun

Medicina Convenzionale e Tradizionale

Un progetto DOCEMUS con il supporto di SIBioC 

In seguito alle esperienze di Docemus sul territorio africano, RD Congo in particolare, abbiamo portato avanti un progetto a carattere documentaristico dal titolo “Cameroun – Etnomedicina e Biomedicina a confronto”.

L’idea di base della missione in Cameroun è stata quella di indagare l’esistenza di sistemi tradizionali di cura, profondamente diffusi e radicati, alternativi alla medicina convenzionale. Di riflesso il lavoro ha cercato di evidenziare l’importanza nella diagnosi e nell’orientamento alla cura che il Laboratorio Analisi, anche dotato di strumentazioni basiche, può offrire in un contesto caratterizzato da scarsità di risorse.

In Africa, secondo WHO, l’80% della popolazione utilizza sistemi tradizionali di cura, prima di rivolgersi eventualmente alla medicina convenzionale. In Cameroun la sanità – sia essa pubblica, privata, o tradizionale – è a pagamento. Un’ altra criticità incontrata è la mancanza di una effettiva farmacopea codificata dei prodotti utilizzati nella medicina tradizionale e di una evidente anarchismo sanitario, nonostante decenni di tentativi di sistematizzazione promossi da tutte le più importanti organizzazioni nazionali ed internazionali di riferimento sanitario.

Il percorso documentaristico consta di 35 video-interviste a personale medico, ricercatori, curatori tradizionali, pazienti, e altrettanti ritratti fotografici. Il lavoro, realizzato da Mario Trave per Docemus, è stato possibile grazie al supporto della Dr.ssa Rachel Kamgaing, Lab Manager del CIRCB (Centre International de Référence Chantal Biya pour la recherche sur la prévention et la prise en charge du VIH/SIDA).

Guarda il video: Cameroon – A matter of choice

Qui di seguito trovi un breve report della missione:

  Report Cameroun 2012 (78,6 KiB)

ItalyEnglish